Home Sport La Cronoscalata Monte Erice compie settant’anni Logo speciale per l’edizione che inaugura...

La Cronoscalata Monte Erice compie settant’anni Logo speciale per l’edizione che inaugura il campionato Supersalita

227

Una storia d’amore che dura da 70 anni. La prossima edizione della Cronoscalata Monte Erice, in pro-
gramma domenica 28 aprile, sarà particolare, perché metterà insieme diversi eventi. Se da un lato, infatti,
la Monte Erice sarà la prima prova del nuovo Campionato Supersalita, nel quale sono presenti le migliori
cronoscalate d’Italia, dall’altro, la sessantaseiesima edizione sarà anche quella del 70° anno.
La prima Monte Erice, con partenza da piazza Vittorio Emanuele a Trapani, infatti, è stata organizzata nel
1954 e, da allora, la cronoscalata di strada ne ha fatta tanta. È cresciuta, è stata rivista e migliorata e ha
visto aumentare continuamente la sicurezza e il numero degli iscritti, mantenendo, però, salde alcune
peculiarità: la difficoltà dei tornanti che collegano Valderice a Erice, l’unicità di correre su un tracciato
che ha sullo sfondo il mar Tirreno con i luoghi dove attraccò Enea dopo essere fuggito da Troia e, poi,
l’organizzatore, da sempre l’Automobile Club Trapani.
E per celebrare il 70° anniversario dalla prima edizione, quest’anno il classico logo della Monte Erice,
Giovanni Pellegrino, il presidente dell’Ac Trapani, ha pensato di apportare una modifica. Non sarà pre-
sente soltanto il 66, a indicare il numero della prossima edizione, ma anche il 70, tra le corone di alloro
accanto all’indicazione “Monte Erice”, proprio per celebrare i 70 anni dalla prima edizione, quella del
1954.

“È grande la nostra soddisfazione di annoverare questa manifestazione motoristica nel nuovo campionato
Supersalita – sono le parole di Giovanni Pellegrino, presidente dell’Automobile Club Trapani -. Significa
che la Monte Erice, ancora una volta, dimostra sui campi di gara la sua validità. E, poi, come non ricordare
che la manifestazione nasce nel 1954 e che quest’anno festeggia il 70° anniversario. E, allora, lunga vita,
ancora per molto, alla Monte Erice”.
Antonio Trama
Addetto Stampa 66a Cronoscalata Monte Erice