Home Notizie Una sentenza del 18.5.2021 della Corte dei Conti la n.646 da’...

Una sentenza del 18.5.2021 della Corte dei Conti la n.646 da’ torto ai ricorrenti che avevano presentato la domanda per andare in pensione, dicendo:” Non vi e’ un diritto soggettivo perfetto al collocamento a riposo gia’ acquisito.Non ha mai concretamente acquisito il diritto all’anticipato collocamento a riposo, non essendo mai formalmente e definitivamente cessato il rapporto di servizio con l’ Amministrazione regionale della Sicilia”.Quindi,

206

giustamente, secondo  la Corte dei Conti,  non si puo’ chiedere il rientro ai 281 pensionati ( alcuni in pensione da 16 mesi)  dell’ Amministrazione della Regione Sicilia, che vuole fare la Funzione pubblica.La Corte dei Conti ha dato torto ai ricorrenti  perche’ avevano presentato solo la domanda e non erano in quel caso di gia’ collocati in pensione.Se erano di gia’ collocati in pensione avrebbero avuto ragione.In detta sentenza 646 una parte  del contenzioso e’ la Funzione pubblica della regione Sicilia e la sua Dirigente Generale, quindi e’ in possesso della sentenza 646 e ne e’ perfettamente a conoscenza: ” NON POTRA’ DIRE NON SAPEVO QUELLO CHE VI ERA SCRITTO NELLA SENTENZA 646″.SE LA DIRIGENTE GENERALE EMETTE I DECRETI DI RIENTRO IN SERVIZIO AI 281 PENSIONATI LO FA CONOSCENDO LA SENTENZA 646.SE AVRA’ TORTO RISARCIRA’ PERSONALMENTE I DANNI ERARIALI E BIOLOGICI PER LO STRESS ARRECATO AGLI OVER 66.

Cav.Ing.Gaspare Barraco.Marsala