Home Notizie La Giunta approva lo schema di convenzione per il servizio di raccolta...

La Giunta approva lo schema di convenzione per il servizio di raccolta differenziata di frazioni tessili

60

Su proposta del neo assessore con deleghe al Bilancio e Patrimonio, Ambiente, Territorio e Tributi Giacomo Mauro, la Giunta Municipale di Mazara del Vallo ha approvato uno schema tipo di convenzione per il ripristino del servizio di raccolta differenziata di frazioni tessili (indumenti, scarpe e borse usati) attualmente interrotto.

 

La ditta che si occupava fin dal 2013 del servizio di raccolta e smaltimento di frazioni tessili, la Eurofrip srl di Casoria (Na), ha interrotto il mese scorso i rapporti con il Comune e deciso di ritirare i propri cassonetti di raccolta differenziata tessile dal Ccr di via Marsala a seguito dei danneggiamenti subiti dagli stessi cassonetti ad opera di vandali nel corso degli anni.

Con l’obiettivo di continuare a differenziare la tipologia della frazione tessile e ridurre la quantità di abbandoni nel territorio ed i relativi costi del loro recupero, è stato predisposto ed approvato uno schema tipo di convenzione autorizzando il dirigente del 2° Settore “Gestione delle Risorse, Servizio Ecologia e Ambiente” ad individuare una ditta che senza alcun costo od onere per il Comune provveda a collocare alcuni contenitori per il deposito degli indumenti usati presso il CCR di via Marsala ed in alcune vie cittadine soggette a videosorveglianza. Tali contenitori andranno svuotati e puliti con frequenza settimanale, con oneri a carico della ditta e con obbligo di comunicazione alla Regione Sicilia ed al Comune dei dati e delle informazioni relativi al servizio. I contenitori dovranno inoltre essere dotati di copertura assicurativa per eventuali danni verso terzi, esonerando il Comune da qualsiasi pretesa, azione o richiesta di danni e dovranno essere conformi alle normative vigenti.

 

Clicca qui per la delibera e lo schema di convenzione

 

Mazara del Vallo, 23 febbraio 2021

Comunicato a cura di: Ettore Bruno (addetto stampa Città di Mazara del Vallo)