Home Notizie Esprimiamo tutta la nostra solidarietà all’Assessore La Galla e a tutti i...

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà all’Assessore La Galla e a tutti i parlamentare della Ars che hanno partecipato, quali componenti, alla videoconferenza indetta dal presidente della quinta commissione on. Luca Sammartino, per quanto appreso dagli organi di stampa in merito alle azioni intraprese dal segretario del Sifus Maurizio Grosso.

107

Appare strumentale l’esposto querela presentato dal sindacalista nei confronti dell’assessore che
sembra avere come unico scopo la diffamazione nei confronti di tutti coloro i quali sono
costantemente impegnati, a vario titolo, nel comparto della formazione professionale ivi compresi
gli enti gestori.
Rappresentare all’opinione pubblica fatti opinabili, con ausilio di toni accesi e vocati allo ricerca
dello scontro, al solo scopo di far intercettare opacità gestionale o peggio ancora clientele e
affarismo che sono lontane dalla realtà, in un settore che ha già pagato negli anni scorsi un scotto
pesantissimo in termini di credibilità e di occupazione, significa diffamare tutti gli operatori della
formazione professionale compresi tutti i formatori che oggi operano in questo settore.
Gli enti di formazione professionale che noi con onore rappresentiamo al fine delle assunzioni
hanno sempre rispettato le regole emanando bandi pubblici a cui tutti possono partecipare,
compresi gli iscritti al Sifus, e ogni assunzione è stata fatta nel rispetto delle regole.
Di certo l’accusa mossaci dal segretario Grosso, in merito alle assunzioni clientelari, non ci
appartengono. I nostri i dipendenti hanno tutti i requisiti tecnici e professionali, lavoratori di
grande capacità, ed a loro viene regolarmente applicato il CCNL di settore previsto dalla norma
così come regolarmente verificato dagli ispettori del lavoro regionale i quali, come il segretario
Grosso ben sa, è eccellentemente coadiuvata dall’arma dei Carabinieri.
In merito alla proroga per la conferma dell’iscrizione all’Albo, siamo fermamente convinti che
questa serva esclusivamente per agevolare tutti i formatori già iscritti a concludere serenamente
la procedura di aggiornamento soprattutto considerata l’attuale emergenza sanitaria causata dal
covid-19 che non poche difficoltà ha creato a tanti operatori del settore.

comunicato stampa
Palermo 25/04/2020