Home Notizie Elicottero dell’Aeronautica Militare ancora impegnato nella ricerca dei naufraghi del peschereccio “Nuova...

Elicottero dell’Aeronautica Militare ancora impegnato nella ricerca dei naufraghi del peschereccio “Nuova Iside”

158

L’equipaggio in prontezza dell’82° Centro C.S.A.R. di Trapani ha effettuato un’altra sortita per laricerca  del peschereccio “Nuova Iside” di Terrasini (PA)

Anche nella giornata di oggi, sabato 16 maggio, un assetto dell’82° Centro C.S.A.R. (Ricerca e Soccorso) di Trapani ha continuato le attività di ricerca del terzo membro,ancora disperso, dell’equipaggio del peschereccio “Nuova Iside” di Terrasini. Le ricerche del natante, di cui si erano persi i contatti nel pomeriggio del13 maggio nel tratto di mare tra San Vito Lo Capo (TP) e Ustica (PA), hanno visto già impegnati gli uomini dell’82° in 3 missioni di ricerca.

L’elicottero HH139A è decollato alle 14:25L per raggiungere alle 14:50 il tratto di mare a sud dell’isola di Ustica dove ha iniziato l’attività di ricerca del terzo disperso del peschereccio. L’attività si è protratta fino alle 17:15L, quando l’elicottero HH139A ha puntato la prua verso la base, purtroppo senza esito. Al rientro dalla missione l’82° Centro ha ripreso la normale prontezza SAR nazionale in attesa di un potenziale successivo ordine di missione.

Con la sortita di oggi della durata di circa tre ore, l’82° Centro ha contribuito alla ricerca dei naufraghi con oltre 12 ore di volo totali suddivise in 4 missioni di ricerca sia diurne che notturne avvalendosi dell’ausilio dei visori notturni N.V.G. (Night Vision Goggles)

L’attività di ricerca è stata coordinata dalla Sala Operativa del Rescue Coordination Center (RCC) del Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico (FE) che ha attivato l’equipaggio in prontezza d’allarme H24 del Centro SAR di Trapani a seguito della richiesta pervenuta dal M.R.S.C. – Maritime Rescue Sub Center – della Guardia Costiera, infatti l’attività di ricerca a bassa quota sul mare è stata condotta in cooperazione con i mezzi aeronavali della Guardia Costiera già operanti nell’area.

L’82° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando anche in condizioni meteorologiche marginali. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7300 persone in pericolo di vita.