Home Notizie DAL 18 MAGGIO PROSSIMO L’ASSESSORE ALLA SALUTE RAZZA HA ASSICURATO CHE ...

DAL 18 MAGGIO PROSSIMO L’ASSESSORE ALLA SALUTE RAZZA HA ASSICURATO CHE L’OSPEDALE “PAOLO BORSELLINO” TORNERA’ NELLA SUA PIENA OPERATIVITA’. SUL PORTO, DECADUTO IL PROGETTO DELLA MYR, SI AGIRA’ PER LA MESSA IN SICUREZZA CON QUELLO PUBBLICO Sia l’incontro sul Porto che la Conferenza stampa sul “Paolo Borsellino” si sono tenuti a Palazzo VII Aprile

128

Due appuntamenti su altrettante tematiche di grandissima valenza per la città e per il suo hinterland hanno caratterizzato la giornata politico-amministrativa a Marsala. Oggi a Palazzo VII Aprile, su invito del Presidente Enzo Sturiano e dell’on. Eleonora Lo Curto, vi è stata la presenza di  quattro Assessori del Governo regionale.

Ma andiamo per ordine.

Il primo argomento trattato è stato quello inerente il futuro dell’area portuale di Marsala. Nel corso dell’incontro tecnico-operativo cui hanno preso parte l’Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Marco Falcone, quello al Territorio e Ambiente, Salvatore Cordaro, il Sindaco Alberto Di Girolamo, il Presidente del Consiglio comunale Enzo Sturiano, i deputati regionali Eleonora Lo Curto e Stefano Pellegrino,  i dirigenti  dei Dipartimenti Regionali, Manlio Scirè  e Giuseppe Battaglia, il Segretario generale del Comune, Bernardo Triolo; nonchè  l’ingegnere Capo dell’Ufficio tecnico, Luigi Palmeri e la Comandante del Corpo di Polizia Municipale, Michela Cupini,  si è discusso del futuro del Porto alla luce del fatto che la Regione ha dichiarato decaduto il progetto privato della MYR poiché la stessa società non ha ottemperato, nei tempi previsti, all’inizio dei lavori. Dopo la presentazione degli elaborati e della documentazione da parte del Sindaco, si è convenuto che occorre lavorare, in maniera collaborativa, per la messa in sicurezza del Porto con un progetto di valenza pubblica per il quale vi sarebbero già disponibili le somme, o quanto meno parte di esse. Occorrerà adesso predisporre un progetto, anche solo definitivo (non occorrerebbe quello esecutivo) per avviare l’iter finalizzato all’avvio del primo stralcio dei lavori. I partecipanti all’odierna riunione hanno deciso di aggiornarsi a Palermo per individuare specificatamente come proseguire.

L’altra tematica discussa oggi a Sala delle Lapidi è stata quella dell’attuale situazione sanitaria in provincia di Trapani e dell’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala, attualmente Covid Hospital. Ebbene la grande novità è stata annunciata dall’Assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza in conferenza stampa. Dal prossimo 18 maggio, se non si verificheranno altri casi di Coronavirus, il nosoc0mio lilibetano tornerà a svolgere la sua normale funzione di Ospedale Dea di 1° livello, chiaramente potenziato beneficiando di tutta una serie di attrezzature acquisite per l’emergenza Covid-19. Sempre Razza ha comunicato che l’Assessorato regionale da lui diretto lavorerà  affinché a partire dalla prossima stagione autunnale, fine ottobre o primi quindici giorni di novembre, il vecchio San Biagio, ristrutturato e riammodernato con i soldi della protezione Civile, divenga il Covid Hospital della Provincia. In tal modo si avrà una struttura dedicata per la lotta a questo virus che ha letteralmente causato lo stravolgimento della vita quotidiana in tutto il mondo e causato decine di migliaia di vittime e che potrebbe ripresentarsi consistentemente con l’inizio dei nuovi freddi. Nel suo intervento l’Assessore regionale alla Sanità ha parlato anche di comportamento esemplare dei siciliani e dei marsalesi che hanno sopportato il disagio della chiusura del loro ospedale per utilizzarlo come centro di riferimento per la lotta al Covid-19.

comunicato stampa