Home Notizie Badia Grande, Educazione stradale per gli immigrati del SAI di Bonagia

Badia Grande, Educazione stradale per gli immigrati del SAI di Bonagia

97

Un corso di Educazione stradale si è tenuto sabato mattina nei locali del Sai di Bonagia alla presenza dei beneficiari del Centro di Accoglienza gestito dalla Cooperativa Sociale Badia Grande. Le lezioni, a cui hanno partecipato 32 giovani immigrati, sono state tenute dal Comandante della Polizia Municipale di Valderice e di Pantelleria Vito Simonte coadiuvato dall’Ispettrice Caterina Iovino. I ragazzi di diverse nazionalità (Bangladesh, Gambia, Tunisia, Guinea, Costa d’Avorio ed Egitto), di età compresa fra i 16 ed i 27 anni, per circa 3 ore hanno seguito le lezioni di educazione stradale con attenzione, intervenendo, rispondendo ai quesiti posti dai docenti e ponendo domande costruttive.

 

Le differenze culturali e linguistiche non sono state per nulla un ostacolo grazie alla mediazione di Valentina Villabuona, responsabile del SAI di Bonagia e degli operatori dello stesso Centro di Accoglienza Desirée Maiorana e Vita Messina. Corsi del genere nei centri di accoglienza gestiti dalla Cooperativa Sociale Badia Grande sono frequenti, in linea con il progetto nazionale del MIUR denominato “Edustrada” finalizzato ad educare i giovani ad assumere forme di convivenza responsabili e costruttive muovendosi in sicurezza, a piedi, in bicicletta, in motorino, in auto, rispettando le norme del Codice della Strada ed il contesto ambientale.

Il Comandante della Polizia Municipale Vito Simonte è riuscito ad instaurare un proficuo rapporto con i ragazzi del SAI di Bonagia attirando la loro attenzione sulle tematiche principali della sicurezza stradale parlando: dell’uso del casco sulle motociclette e dei giubbotti catarifrangenti nei velocipedi, dell’obbligo di attenersi scrupolosamente al codice della strada e al rispetto della segnaletica orizzontale e verticale. Altre tematiche affrontate, di cui spesso sono “protagonisti” i giovani immigrati, sono state quelle sull’obbligo di fermarsi all’alt delle forze dell’ordine e di esibire i documenti di identità ogni qualvolta vengano chiesti dalle Autorità, nonché di accertarsi che il mezzo che si conduce, anche se preso in prestito, abbia tutti i documenti in regola (targa, carta di circolazione, revisione, assicurazione, ecc.) per non incombere in una multa o peggio ancora in una denuncia penale che potrebbe compromettere il rilascio del permesso di soggiorno.

Al termine dell’incontro il comandante e l’ispettrice sono stati calorosamente salutati e qualcuno dei giovani immigrati ne ha approfittato per scattare un selfie per immortalare la giornata. E poi tutti insieme per la foto di gruppo mostrando le miniature dei segnali portati dalla Polizia Municipale di Valderice per la lezione di educazione stradale

 Marsala 05/02/2024

Addetto alla Comunicazione

Alberto Di Paola (Tessera Ordine n. 95240)

335 1632 518 – aedp68@gmail.com